martedì 10 aprile 2007 Posted by Freddy at 12:00

Pasqua, the Irish way

Piu' casino del solito, grazie ad un week-end allungato e alla possibilita' di bere per un paio di giorni in piu'.

Giovedi verso le 20, mentre rientro, vedo gente radunata davanti ad un locale; in giro ci sono gia' svariate bottiglie vuote e cartacce varie. Per la cronaca il locale piu' tardi sara' fatto chiudere dalla polizia a causa degli schiamazzi e del numero di gente ubriaca che vagava in mezzo alla strada.

Sabato mi faccio un giro in temple bar e, dopo aver incrociato un paio di persone sdraiate per terra in Nassau Street (niente foto, ma la posa era la stessa di questo qua a sinistra), incontro il gruppo qui di seguito:

La piu' intraprendente quando si accorge che la sto fotografando si alza, spalanca le gambe e inizia a percuotersi l'apparato genitale con il frustino rosso che ha in mano. A differenza di Tafazzi, invece di ritmare il famoso motivo dei Gam Gam (?), mi offre le sue grazie al grido di "VIENITELA A PRENDERE!!!"...

Probabilmente sono stato testimone dello stesso spettacolo che si presentava agli occhi dei pionieri della frontiera americana quando entravano nei saloon a fare conoscenza con le baldracche locali.

Domenica mi faccio un giro in O'Connel street e mi accorgo di un ragazzo che si scarica la vescica in un bidone dell'immondizia gentilmente messo a disposizione di uno dei tanti (un)convenience stores a meta' della via (un Londis mi pare).

Accortosi che lo guardavo, gli alzo il pollice e gli faccio un sorriso di approvazione per evitare problemi. Lui si mette a ridere dicendomi che piscia nel bidone perche' i tizi dello store "they deserve it", cioe' "se lo meritano".

Mi chiedo cosa gli abbiano fatto i commessi del negozio che poi dovranno estrarre dal bidone la busta di plastica "insanguinata" (per la precisione "pisciata") per meritarsi tutto questo odio.

Gli ho chiesto se gli potevo fare una foto, ma mi ha detto di no... peccato.

Tornato a casa trovo immondizia sparsa e vari rigagnoli a testimoniare la calata degli unni. Foto disponibili qui qui qui qui e qui.

Niente di nuovo insomma, il prossimo week end sara' piu' o meno la stessa cosa: bevi, vomita, piscia per terra e cosi' via finche morte non li separi.

Pero' e' una cultura diversa e va rispettata. Sicuramente di differenze con il resto d'Europa ne ho viste tante, ma ancora non ho capito dove sta la cultura...