domenica 23 settembre 2007 Posted by Freddy at 02:20

Parlando con una collega...

Lei: "Sai, c'e' X che ha un sito con le foto di tutti i posti piu' strani di Dublino. Anche tu fotografi tutto, perche' non fai un sito simile?"

Io: "Perche' potrei essere tentato di fotografare ubriachi, barboni, vomito e via dicendo"

Lei: "E allora? Fotograferesti quella che e' la realta' di questo posto."

Io: "Alla gente non piace che gli si sbatta in faccia la realta'. Specialmente dopo che uno ci ha pisciato sopra."

Lei: "Ma qua la gente sporca e piscia..."

Io: "Si, ma secondo la credenza popolare il povero immigrato ignorante sono io, poco importa se parlo quattro lingue e piscio solo nel bagno".

Che poi i locali sono sempre pronti a rompere le palle con "l'irish pride". Cosa ci sara' mai da essere cosi fieri di pisciare, vomitare, fare a botte e spaccare bottiglie ovunque?

Ma cari paesani immigrati, a voi non da' fastidio vivere in un porcile come questo?

O semplicemente fate come le scimmiette (nonvedononsentononparlo) per fare gli ipocriti ed essere politically correct nei confronti della verde irlanda che vi fotte il 42% dello stipendio senza darvi indietro niente?

Per i fessi che volessero dire che "blablabla in italia non e' che sia diverso" faccio notare gia' da adesso che qui il medico me lo pago da solo, che l'assicurazione medica non copre i primi 125 euro di spese/anno e che gli ospedali sono a pagamento.

3 comments:

Anonimo ha detto...

caro paesano immigrato, a me personalmente da' parecchio fastidio vivere in un porcile, ma la verde irlanda al momento mi dona uno stipendio e un'esperienza lavorativa che in Italia mi sogno e che spero di re-investire presto altrove - in un posto decisamente più civilizzato, non che ci voglia molto
Quindi omi tappo il naso, tiro dritto e prendo quello che c'è di buono


Giovanni ha detto...

Leggendo il tuo blog mi viene da chiedermi chi te lo fa fare di rimanere lì... certo, i soldi. Ma a che servono i soldi se devi vivere in un postaccio?
Comunque ti ringrazio, avevo il dubbio se era il caso di accettare una delle offerte lavorative a dublino che mi arrivano per mail, ma leggendoti ho capito che faccio meglio a restare dove sono, con meno soldi ma in un posto più civile.


Freddy ha detto...

Giovanni, nel mio blog parlo di cose che normalmente non sta bene dire.

Tutti quelli che ho conosciuto che hanno vissuto qui se ne sono andati in cerca di posti piu' compatibili con la loro cultura (italiani, spagnoli, francesi, olandesi).

Ma se e' un posto orrendo o un paradiso (ci sono italiani che qui si trovano benissimo) lo devi decidere tu.

Vieni a farti un giro, guarda la citta', se hai occasione di conoscere italiani fatti un giro nelle case...

Al limite puoi venire a fare un contratto di sei mesi e poi se non ti ci trovi puoi sempre tornare indietro, per quello c'e' sempre tempo.

Almeno potrai dire che ci hai provato. :)