venerdì 21 dicembre 2007 Posted by Freddy at 08:37

Da Altrairlanda con furore

Dopo la lettera a Italians che ha regalato al blog i suoi 15 minuti di fama (lettera di cui non siamo gli autori... ma sembra essere un concetto troppo difficile da capire...), sul forum di Altrairlanda appare ad un certo punto questo commento da parte di uno degli utenti:
David, non te la prendere. Quel blog è razzista. Uso il termine letteralmente. Gli ho dato solo un'occhiata ieri, brevemente (sinceramente ci sono cose più interessanti da leggere nel Web) e ho pensato cosa avrebbero scritto i tipi se invece di stare in Irlanda da qualche mesetto fossero invece in Nigeria, o in Israele. Da brivido.
Penso non ci siano altri commenti da fare.

Lascio sul blog della signora in questione un commento ad un suo post esistenziale in risposta alla sua supposizione che suonava piu' o meno cosi':

"Mi piace cio' che scrivi [nel blog], mi piace un po' meno che tu mi dia del razzista.
Non solo sono stato in posti poveri o problematici come Congo, Nigeria, Sri Lanka, Israele e Palestina, ma non ho avuto niente di cui lamentarmi. [...] Preferisco mille volte l'umanita' di un palestinese a..." e qui non ricordo cosa ho scritto visto che sono passate diverse settimane. Forse qualcosa sull'arroganza degli italiani a Dublino, forse qualcosa su come i locali trattano gli immigrati. Ma veramente non ricordo.

Non solo il commento e' stato cancellato (ma era suo diritto farlo) e definito "avvelenato", ma sono anche stato accusato su Altrairlanda di aver imbrattato il SUO blog quando lei non si era azzardata a fare altrettanto con il mio (ma smerdarmi altrove evidentemente e' OK) e che se voglio dibattere lo devo fare su Altrairlanda:

Questo post è un'invettiva, quindi vi avverto che è al vetriolo
Gli autori del blog di barbaropoli ci leggono (probabilmente lurkers) e, ahimé, non hanno il coraggio di rispondere alle critiche che gli sono state fatte qui sul forum, di fronte a tutti. Invece uno di loro ha imbrattato il MIO di blog personale con un commento che non aveva nulla a che vedere con l'articolo a cui era stato postato. Ovviamente, dato che quello è il MIO blog, gliel'ho cancellato immediatamente.
Dato che io non ho vergogna, rispondo qui pubblicamente agli autori di barbaropoli: io sul vostro blog non ho scritto nulla, quindi vi prego di astenervi dallo scrivere sul mio. Se vi da' fastidio la mia critica (razzismo, sì la ribadisco senza problemi) dibattetela qua. Sennò ciao e grazie, vivo benissimo anche senza leggere le vostri idee (infatti il vostro blog NON lo leggo, gli ho dato solo un'occhiata incuriosita da questo topic).

Beh, scusate, ma a me personalmente di registrarmi su Altrairlanda non me ne frega niente, e lo leggo solo quando me lo trovo come referrer per qualche motivo. Quindi c'e' poco da meravigliarsi se ho letto i thread dove si parla del blog ("gli autori del blog di barbaropoli ci leggono" MA VA?!?) .

Non e' che con me non ci possa essere dialogo, ma visto come e' stata attaccata Delirii, utente di Altrairlanda, solo per aver detto che ho il diritto di scrivere quello che mi pare, proprio non ci tengo a farmi insultare da quattro fanatici col prosciutto sugli occhi...

Realityshow magari potrebbe essere interessato ad interagire, ma tempo fa chiese una informazione banale tipo "quanto e' sicuro andare in moto sulle strade in irlanda?" e le risposte furono tutte tipo: "Innanzitutto non credere che in italia la sicurezza stradale sia meglio bla bla bla, qua in irlanda almeno bla bla bla, italia merda, estero tutto cool...".

E incarnando il perfetto stereotipo dell'italiano a Dublino la signora in questione mi ha ovviamente invitato a trasferirmi in Palestina, visto che preferisco l'umanita' dei palestinesi, e a rivolgermi ad un terapista.

Come se gli altri italiani all'estero abbiano chissa' quale diritto su Dublino e un qualche tipo di potere divino su chi non la pensa come loro...

Cordialmente e senza vergogna: andate a fare in culo.

Buon natale.

7 comments:

andima ha detto...

ti stimo


Riccardo ha detto...

Ah ah ah! E vabbè dai non te la prendere! comunque sinceramente non so da dove gli venga l'idea che questo blog sia razzista: secondo me sei solo critico verso alcuni aspetti dell'irlanda, tutto qua. mah... buon natale anche a te, io torno in italy per un pò di giorni, chè ho bisogno di mangiare come si deve! ;-)


Freddy ha detto...

Divertiti in italia, ma tieni spenta la TV: ci sono stato una settimana e le stronzate che vomitavano politici e "nani e ballerine" nei vari salotti televisivi erano agghiaccianti.

E in puro stile italiano i dibattiti erano dei luoghi nei quali tutti parlavano addosso a tutti, senza rispetto per chi aveva opinioni diverse (ti ricorda niente questo comportamento? :) ).

Occhio a non strafare con il cibo. :)


pipizz ha detto...

Ciao,

non te la prendere. E' l'altra faccia della medaglia, ora che sei/siete "celebri". Ma come si dice: tanti nemici, tanto onore. ;)
Tanto per spuntare una lancia a favore dell'Italia. Il mio Irish Hubby adora le feste all'italiana e non vede l'ora di tuffarsi nel caos della mia tribù.

Buone feste.

MP


Ren ha detto...

Ciao,
sono l'ex amministratore di Altrairlanda.
Vorrei innanzitutto dirti che i quattro fanatici col prosciutto sugli occhi hanno una loro opinione, come tu hai - giustamente o meno, non discuto - la tua.
Tanti utenti di Altrairlanda vivono da molto tempo in Irlanda, tanti hanno avuto esperienze lavorative in altre nazioni. Come te. Ognuno ha il proprio bagaglio culturale e di esperienze su cui basare le proprie valutazioni.
Non entro nel merito della discussione, ma non mi è piaciuto il tono di questo tuo post, visto che sembra che tu giudichi l'intera comunità di Altrairlanda dal messaggio di un solo utente.
Se io scrivessi qualcosa di offensivo verso qualcuno su un forum, ad esempio, mi darebbe fastidio che colui (o colei) che riceve tale offesa mi "inseguisse" in giro per la rete e scrivesse commenti caustici "in casa mia".
Questa è la mia idea, che puoi ritenere giusta o sbagliata, non mi interssa discuterne con te.
Visto che non ami essere giudicato, vedi di non giudicare le cose senza conoscerle approfonditamente.

Ah, grazie per l'apprezzamento rivolto a tutti i 3500 utenti di Altrairlanda, basato su quanto hai letto su un paio di messaggi.

René


Freddy ha detto...

Se io scrivessi qualcosa di offensivo verso qualcuno su un forum, ad esempio, mi darebbe fastidio che colui (o colei) che riceve tale offesa mi "inseguisse" in giro per la rete e scrivesse commenti caustici "in casa mia".

E dove starebbe la causticita'?

L'utente in questione si era chiesta cosa avrei scritto se fossi stato in africa o in israele.

Ci sono stato per mesi e ho apprezzato l'umanita' delle persone.

Dove sta la causticita'?

Dove sta il veleno?

L'unico veleno che vedo viene dai tuoi utenti, per fortuna non tutti, che a volte si credono di essere su un piedistallo.

Come ho gia' detto comunque e' un atteggiamente tipicamente italiano, basta accendere la TV italiana e guardare un qualsiasi dibattito.

Buon natale.


Freddy ha detto...

Ah, una nota a margine: tra i tremilacinquecento ce ne sono diverse centinaia che "non sanno soffiarsi il naso" (in questo momento penso a cose tipo come aprire un conto in banca) e altri che benche' vivano in irlanda da mesi danno spiegazioni raffazzonate, segno forse che non hanno chiatro neanche loro come funzionano le cose.

Questo almeno e' quello che ho visto sfogliando il forum quando dovevo trasferirmi, poi ho preferito andare a leggere direttamente dai siti istituzionali e ho trovato molta piu' chiarezza.

Daccordo che si parte un po' all'avventura quando si decide di andare via, ma a volte l'impressione che ci siano troppe persone che vivono in un posto senza sapere neanche come si pagano le tasse e' un po' troppo forte.

Senza polemica neh.