martedì 4 dicembre 2007 Posted by RealityShow at 19:22

Un paio di considerazioni

EDIT by Freddy:
----
A seguito dell'esposizione mediatica ricevuta da questo blog da parte della rubrica "Italians" del Corriere della sera, esposizione di cui siamo "vittime" e non artefici come qualcuno ha scritto altrove, vengono fatte le seguenti precisazioni:


Gli autori del blog sono due, Freddy e RealityShow, non si tratta quindi di qualcuno che soffre di personalita' multiple.

Questo blog e' stato aperto da me, Freddy, dopo nove mesi di disservizi di vario tipo causati dal personale della mia stessa azienda, di banche, societa' del gas, societa' elettrica, societa' della carta di credito, provider internet e via dicendo. Qualche mese dopo RealityShow, avendo ricevuto lo stesso trattamento ed avendo sperimentato lo stesso pressappochismo sia in ambito pubblico che privato, si e' fatto avanti come autore.

Non ci siamo quindi svegliati una mattina con l'idea di screditare Dublino, come molti affermano o con l'intento di diffondere odio, razzismo e simili concetti come alcuni dei commentatori scrivono pur di darci addosso.

Se vi piace Dublino o l'Irlanda, e' inutile che veniate qua con la presunzione di convincerci a forza che e' un posto magico e bellissimo.

Come chi ha il diritto di scrivere quanto e' bella Dublino, noi abbiamo tutto il diritto di andare controcorrente.

E' anche inutile che veniate a dirci di andare a vivere altrove oppure di tacere.
Non ci stanno facendo lavorare per motivi umanitari e visto che paghiamo le tasse senza usufruire di nessuno dei servizi messi a disposizione dallo stato, abbiamo tutto il diritto di lamentarci delle molte cose che non vanno.

Non diteci che sputiamo nel piatto in cui mangiamo, perche' insultereste solo la vostra intelligenza: le aziende per le quali lavoriamo grazie al nostro lavoro e al lavoro di altri "emigrati" come noi si mettono in tasca qualche milione di euro l'anno e il governo irlandese di riflesso ne beneficia.

Ma soprattutto non venite a farci la morale dall'alto della vostra conoscenza dei fatti data da una settimana di vacanza a Dublino, standovene seduti su un divano in italia.
----

RealityShow:
Dopo aver letto piu' e piu' commenti di italiani e irlandesi vorrei esprimere un paio di considerazioni che evidentemente vengono travisate dai piu'.

I miei post su questo blog non sono rivolti a screditare l'Irlanda, che ci si creda o meno.

Primo: io vivo a Dublino e quindi sono in grado di riferire le mie impressioni solamente su questa parte di questo Paese ed infatti i post e i relativi commenti non sono quindi rivolti all'Irlanda in generale, poiche' non avendo esperienza sufficente non posso esprimere pareri su quello che non conosco.
Concordo quindi con la persona che ha scritto in un commento che una citta' non rappresenta un Paese, e forse in Irlanda e' particolarmente cosi'.

Secondo: che ci crediate o meno le mie esternazioni non sono rivolte a denigrare questo posto, bensi' a far scendere dalle nuvole quelli che pensano che qui sia il paradiso in terra.

Se una persona mi domanda se e' bello stare in Italia io rispondo elencando i pregi e i difetti, non solamente i pregi, invece nei vari siti (in italiano) sparsi su internet si fa una descrizione clamorosamente unilaterale in cui Dublino e' un luogo quasi fiabesco e indimenticabile.
Come non e' fiabesca e indimenticabile Roma per certi versi (lo e' per altri) Dublino non fa eccezione, pero' pare che questo sia l'unica fonte di informazioni per chi, non attratto solamente da lavoro, soldi e birra, cerca informazioni piu' approfondite sull'altra faccia della medaglia.

40 comments:

Fabio Corazza ha detto...

Aho ma qua parleno tutti de maggia ma qua se ce sta una cosa maggica e' una sola... LA ROMA!

A Ian.. sei proprio daa Lazzio!


From Ireland ha detto...

"Se una persona mi domanda se e' bello stare in Italia io rispondo elencando i pregi e i difetti"

Che strano... invece di Dublino ti piace parlare solo dei difetti e soprattutto lo fai costruendo castelli in aria pure su un cartello che c'è in ogni angolo di mondo.
Non ti ci hanno mica incatenato a Dublino, puoi sempre andare via.


Freddy ha detto...

E tu chi saresti per dirgli quello che deve fare?


RealityShow ha detto...

from ireland: di Dublino parlo in questo modo perche' non c'e' nessun altro che ne enuncia i problemi, mentre per altri luoghi la scelta di informazioni e' generalmente migliore e piu' obiettiva per qualche motivo, quindi dal momento che qui ho riscontrato molte impressioni negative (non solo le mie) ho voluto far si' che altre persone le potessero leggere.

Tra l'altro sebbene io non sia stato in tutti gli angoli del mondo, fino ad ora ho avuto la fortuna di vivere (non da turista) in 3 diversi continenti, quindi da questo punto di vista caschi piuttosto male.

Hai perfettamente ragione quando dici che posso andare via, e infatti lo faro' nel momento in cui le condizioni lo permetteranno.


Andrea ha detto...

E' vero che paghi le tasse godendo di servizi minimi (non devi pavimentarti il marciapiede davanti a casa o cambiare le lampadine dei lampioni). E' vero che i servizi sociali in Irlanda lasciano molto a desiderare, a volte comparati addirittura con quelli italiani che, nonostante tutto, sono molto migliori, in media, di quelli di molti altri paesi.
E' anche vero che il livello delle tasse in Irlanda è più basso che in altri posti perchè, secondo lo stile anglosassone, ognuno è responsabile dei propri bisogni.

Che poi sia un ragionamento giusto o sbagliato, a ognuno la sua sentenza, però è così che funziona qui (e forse in tutti gli altri paesi anglosassoni)


Freddy ha detto...

Andrea: Ma infatti noi non abbiamo ne' la presunzione di cambiare le cose, che erano, sono e probabilmente continueranno ad essere cosi', ne' quella di convincere qualcuno di cio' di cui scriviamo.

Nonostante tutto c'e' sempre qualcuno che cerca di imporci il proprio punto di vista nei commenti o che semplicemente si diverte a tirarci addosso merda e a rigirare ogni frase che scriviamo.

Ma il mondo e' bello perche' e' vario.


*Quasar* ha detto...

qua nessuno ti sta imponendo la propria opinione,cosi come scrivi la tua noi scriviamo la nostra e permettici di essere alquanto perplessi sul tuo modo di vedere le cose dato che non hai mai menzionato qualcosa di positivo in quel di Dublino. che poi l'azienda per cui lavori sforna miliardi solo perchè ci lavori tu(questo è il senso che si percepisce dalle tue parole)mi sembra alquanto presuntuoso da parte tua.


*Quasar* ha detto...

qua nessuno ti sta imponendo il proprio pensiero, cosi come tu esponi le tue di opinioni noi esponiamo le nostre.cio' che mi rende perplessa è che tu non sei mai riuscito a trovare qualcosa di buono in quel di Dublino capisci..e ne elenchi gli aspetti negativi a priori. che poi l'azienda dove tu lavori "sforna" miliardi solo perchè ci lavori tu allora sei proprio presuntuoso (questo è quello che si evince dalle tue parole). ok paghi le tasse allora hai diritto di lamentarti.. e noi poveri italiani che dovremmo fare, paghiamo le tasse e l'economia continua a zoppicare eppure eppure c'è gente che davvero campa con poco e difficilmente si lamenta!


Ian ha detto...

Fabio, giusto una precisazione...sono Interista :D Non poteva essere altrimenti, ci hanno giocato Liam Brady e Robbie Keane ;-)
Grazie realityshow per il riferimento sulla pagina iniziale a quello che ho detto prima :)
Vi saluto da Frascati, vado a dormire presto


*Quasar* ha detto...

qua nessuno ti sta imponendo il proprio pensiero, cosi come tu esponi le tue di opinioni noi esponiamo le nostre.cio' che mi rende perplessa è che tu non sei mai riuscito a trovare qualcosa di buono in quel di Dublino capisci..e ne elenchi gli aspetti negativi a priori. che poi l'azienda dove tu lavori "sforna" miliardi solo perchè ci lavori tu allora sei proprio presuntuoso (questo è quello che si evince dalle tue parole). che poi ok tu paghi le tasse e hai diritto a lamentarti e dimmi tu allora noi poveri cristi italiani(anzi quelli che vivono in italia e pagano) che dovremmo fare? lamentarsi ogni santo giorno? in italia si pagano un botto di tasse e l'economia comunque zoppica!


Freddy ha detto...

Gli spetti positivi del vivere a Dublino li ho elencati piu' volte.

Per alcuni gia' solamente la burocrazia snella potrebbe essee un ottimo motivo per trasferirsi.

Poi c'e' la gente, quella che non piscia per strada e i vari lendscheips di "Rutelliana" memoria.

A me pero' purtroppo non bastano.

La mia azienda fa i miliardi anche per via del mio lavoro.

Il che mi rende un cittadino che produce, non una zavorra emigrata per disperazione o una sanguisuga che ruba al governo irlandese.


From Ireland ha detto...

Io infatti mica ti dico cosa devi fare.
Ti faccio solo notare che sputi sul paese che ti ospita e ti fa mangiare e che nessuno ti obbliga a vivere in Irlanda.
Quanto a definire "tirare merda" i commenti che si fanno fa un po' ridere, considerando quello che scrivete in questo blog.
Se invece di scrivere post da frustrati vi dedicaste a cercare di andarvene forse sarebbe meglio per voi e soprattutto per il paese che vi ospita.


From Ireland ha detto...

Ah, dimenticavo.
"Non ci stanno facendo lavorare per motivi umanitari".
E invece è proprio così.
Uno che è ridotto a stare in un paese che odia lo fa perchè non ha alternative.
Ma così facendo non può far altro che vivere peggio di quanto già faccia chi vive odiando.


Freddy ha detto...

From ireland: guarda che li autori del blog sono due.

Sullo sputare dove mangio caschi male: io qui sono una risorsa, non uno che campa alle spalle dello stato.

Se non facessi niente, campassi di sussidi e mi lamentassi anche allora starei sputando dove mangio.

Visto che creo "ricchezza", non sto sputando proiprio su un bel niente.


*Quasar* ha detto...

e la magia non la senti, e la tua azienda produce miliardo solo perchè ci lavori tu... pazzesco! cosi ti chiedo e ti invito: dove lavori? qualche volta ti porto con me per le strade di dublino e vediamo se accompagnato da qualcuno che la magia se la sente nelle vene la senti anche tu.
che poi qua non tiriamo merda a nessuno!


Freddy ha detto...

La mia azienda fattura cifre elevate perche' ci lavoro ANCHE io.

Vediamo di non rigirare la frittata tutte le volte.

La magia non la sento.


RealityShow ha detto...

quasar: il solo appunto che faccio al tuo ragionamento e' che se rileggi i post molto raramente troverai affermazioni simili a "l'Italia e' meglio".
Noi affermiamo che qui ci sono grossi problemi, ma non che necessariamente l'Italia offra soluzioni migliori, anche se in alcuni casi e' cosi'.
Nella fattispecie la situazione economica italiana e' disastrosa rispetto a quella Irlandese, sebbene qui la ricchezza e' data in maggior parte dalla speculazione immobiliare e dall'enorme infusione capitali stranieri.

from ireland: se mi dai del frustrato per voler andare controcorrente rispetto alla massa di persone che vengono a Dublino un week-end e tornano indietro alimentando la leggenda di quanto questo sia un posto paradisiaco, allora potrei essere tentato di credere che il frustrato sia tu che difendi a spada tratta Dublino in faccia ai problemi che oggettivamente vengono riscontrati anche dai locali, o no? ;-)


Freddy ha detto...

From ireland: Basta: Odio, razzismo e nazismo sono parole e concetti introdotti da quelli che come te continuano a commentare nel blog.

Se non ti piace quello che scrivo, non ti devi sentire obbligato a visitare il blog 12 volte al giorno e non e' continuando a commentare e a darmi adosso che cambierai la realta' di questo posto.

Ogni santo giorno esco di casa e trovo sporco nuovo che nessuno pulira' mai tanto c'e' la pioggia che risolve tutto.

Ho gia' spiegato che voglio rimanere con la mia azienda quindi non me ne posso andare fino a che non si presenta l'occasione per farlo.

In italia avevo un ottimo lavoro, pagato da una multinazionale straniera, qui in irlanda ho un ottimo lavoro pagato da una multinazionale straniera.

Quando me ne andro' punto ad avere lo stesso lavoro di adesso, solo in un altro posto.

Quando, come e dove non e' affar tuo.


From Ireland ha detto...

Se non ci fossi tu nella tua azienda ci sarebbe un altro al tuo posto non cambierebbe niente, non preoccuparti.
Inoltre dimostri di essere anche bugiardo.
Io non ho mai difeso a spada tratta Dublino, evidenzio solo il fatto che tu hai scelto di parlarne solo ed esclusivamente male.
E purtroppo per te, ad avere un approccio più equilibrato alla questione dublinese ci sono anche le tante persone che li ci vivono, magari da più anni di te.

"Quando me ne andro' punto ad avere lo stesso lavoro di adesso, solo in un altro posto."

Ma come, tu non eri quello che ha le palle perché è partito senza avere un lavoro in mano? Adesso ti rimangi tutto.

"Quando, come e dove non e' affar tuo."

Senza dubbio. Tanto quello che si rode il fegato vivendo in paese che gli fa schifo sei tu... meglio così, almeno ci sta questo blog per divertirsi ogni tanto.
Qui rimani li e scoppia di rabbia, in fin dei conti è affar tuo anche questo.
Ma non te la prendere con gli altri che riescono o son riusciti a fare una vita migliore della tua a Dublino :)


From Ireland ha detto...

Aggiunta: a me cambiare la realtà irlandese non interessa, mi va bene così.
Problemi di chi la vive male, non miei.


Freddy ha detto...

Non mi rimangio niente, e sono anche quello che ti ha gia' spiegato che in Canada e in USA senza permesso di lavoro a cercare lavoro non ci puoi andare.

Sono quello che ti ha gia' spiegato che non vuole trasferirsi in europa e dover imparare l'ennesima lingua.

Tu invece sei quello a cui piace rigirare per l'ennesima volta la frittata: a me se tu o altri stanno bene a dublino o altrove non fa ne' caldo ne' freddo.

Ne' mi rodo il fegato per i successi degli altri.

Torna presto.


Freddy ha detto...

Ben venga che al posto mio ci mettano un altro, speriamo che sia anche lui uno straniero cosi' potra' continuare a contribuire all'economia irlandese e se lo riterra' opportuno lamentarsi come e quanto gli pare.


antonio ha detto...

Vi lamentate sempre, ogni altra discussione e' inutile.

Semplicemente siete sfortunati, o sfigati che dir si voglia.

La stupidaggine del voler onorare il contratto o del volersi trasferire altrove, come se in altri paesi in Europa non si potesse lavorare liberamente, e' solo dimostrazione di inettitudine.

Voi dite la vostra che io dico la mia.

-Il Direttore


Freddy ha detto...

Se volessi andarmene altrove in europa potrei trasferirmi in svezia nel giro di 3 settimane.

Ma io non voglio andare in svezia e non voglio andare a lavorare da qualche altra parte in europa.

Questo semplicemente perche' non ho messuna intenzione di imparare lo svedese, o il danese, o il tedesco e via dicendo.


RealityShow ha detto...

antonio: inettitudine significa disadattamento, un po' forte in questo contesto direi.

Non e' chiaro il significato della tua frase: "La stupidaggine del voler onorare il contratto o del volersi trasferire altrove, come se in altri paesi in Europa non si potesse lavorare liberamente, e' solo dimostrazione di inettitudine."

La stupidaggine di volersi trasferire altrove e' dimostrazione di inettitudine? Davvero non capisco cosa intendi dire, spero tu non sia il direttore di un giornale :-)


Aky332000 ha detto...

Mah,,,ragazzi vedendo come vi difendete dagli attacchi e leggendo alcuni i messaggi che vi lasciano mi chiedo se la gente sia idiota...

Avendo vissuto a dublin per qualche anno trovo NATURALE dire che la gente e' rozza, che se la sera durante il week end si passa per dame st sembra di stare allo zoo (gente ubriaca seduta sdraiata sui marciapiedi, marciapiedi lerci, che urlano, si buttano in strada rischiando di causare incidenti. Tralascio altre descrizioni in quanto il blog ne fa parla gia' (immondizia lasciata ovunque, ecc..). Quello che mi colpisce non sono questi fatti per se, ma la loro SCALA: non si parla di qualche decina di persone!

Ora, non capisco se (1) chi scrive vuole sostenere che gli autori del blog dicano il falso (2) chi legge vuole dire che certe cose e' meglio tacerle.

Nel primo caso cosiglio una prolungata vacanza a dublin per un accertamento. Nel secondo caso consiglio di uscire dal letargo, il vostro buonismo pietoso e' la palla al piede dell'Italia!

PS: a parte i catelli di "tirare l'acqua del cesso" e le campagne contro la guida da ubriachi (che non sono esclusivi dell'irlanda] io sottoporrei all'attenzione del gentile pubblico la campagna "lavarsi le mani prima di mangiare", quella si che non l'ho mai vista in altri posti!!


Giovanni ha detto...

Freddy e Realityshow, mi avete fatto venire laniosalgia di Dublino. Ci ho vissuto 10 anni,fino all´agosto scorso, prima di trasferirmi in Germania. So di cosa parlate quando elenacate le cose che non funzionano, (manco se veniste dalla svizzera:-))e lo scrivete anche in modo piacevole e divertente, ma "Barbaropoli" mi sembra comunque o troppo irrispettoso. Tutto sommato, la vostra mi sembra un´esprerienza triste, vi auguro, con gli anni, di riuscire ad apprezzare le cose, tante, positive di Dublino, e comunque sono sicuri che poi vi mancherá quanto lo manca a me in questi in questi giorni prenatalizi. Saluti


andima ha detto...

sono perfettamente d'accordo con gli autori del blog. Su tutti forum o siti dedicati, si esalta dublino come la citta' per cambiare, perfetta, magica, senza difetti, la si pone sempre in contrapposizione ad una italia che delude, che intristisce, che non ha futuro. Tutti errori. Qui a Dublino magari su molte cose stanno avanti tipo 5-6 anni rispetto a noi in Italia, ma in molte altre cose sono indietro almeno di 10 anni. Provare per credere.


pipizz ha detto...

Posso permettermi di appoggiare Freddy e Reality? Innazitutto hanno il diritto di segnalare le "storture" di un sistema. Chi ci vive in un paese ha una visione ben diversa da quella del turista. Questo vale anche per l'Italia. Inoltre non vedo perchè tutti noi italiani possiamo sputare sul nostro paese ma, per carità, non fare commenti, oltretutto non offensivi, su altri paesi.
Aggiungo, last but not least, che l'Irlanda la conosco molto, ma molto bene e la descrizione fatta dai ragazzi non è molto diversa da quella che, secondo me, è la realtà. Sì, Dublino non è l'Irlanda: il resto dell'isola forse è meno sporco, per ora. In quanto al resto non differisce di molto dall'immagine realistica, e non da cartolina, data da questo blog.


pipizz ha detto...

Posso permettermi di appoggiare Freddy e Reality? Innazitutto hanno il diritto di segnalare le "storture" di un sistema. Chi ci vive in un paese ha una visione ben diversa da quella del turista. Questo vale anche per l'Italia. Inoltre non vedo perchè tutti noi italiani possiamo sputare sul nostro paese ma, per carità, non fare commenti, oltretutto non offensivi ma veritieri, su altri paesi.
Aggiungo, last but not least, che l'Irlanda la conosco molto, ma molto bene e la descrizione fatta dai ragazzi non è molto diversa da quella che, secondo me, è la realtà. Sì, Dublino non è l'Irlanda: il resto dell'isola forse è meno sporco, per ora. In quanto al resto non differisce di molto.


hormiai76 ha detto...

Salve, come molti altri visitatori, ho letto su italians che esiste questo blog e incuriosito sono andato a vedere. Mi fa piacere leggere i blog di compaesani che vivono all'estero. Ritengo che ognuno può scrivere sul suo blog quello che vuole... pregi e difetti, solo pregi o solo difetti.
Continuate così che secondo me siete sulla giusta strada. Basta con la Dublino fiabesca! Come basta sulla Barcellona fiabesca (vivo vicino a Barcellona). Il posto dove vivo mi piace però non è il paradiso come molti turisti pensano Stare solo 1 settimana in una città facendo i turisti non ti fa apprezzare tutto quello che la città ti offre (le cose buone o/e le cattive).
Continuerò a leggervi.
Saludos
Alberto


Emilia ha detto...

Che dire? avete tutto il mio sostegno! sono stata contenta di leggere l'intervento su Italians perché non sopporto quelli che considerano Dublino il paradiso. Non lo è. Punto!!! Ci saranno un po' di cose buone, ma c'è molta ignoranza e molta sporcizia. Io sto per lasciare dopo quasi due anni. Se occorrerà ritornerò, ma spero di no. Certo, ora mi sta venendo un po' di nostalgia... ma non vedo l'ora di essere in un paese che considero civilizzato.
Continuate a scrivere, vi leggerò da Berlino!


pipizz ha detto...

Scusate, ma non so come contattare Emilia. Ho visto che si trasferirà in quel di Berlino ed io -- mezza tedesca -- sarei interessata ad avere in futuro informazioni riguardanti questa città.

Potete darle la mia mail, per favore?

Grazie


plasmon ha detto...

Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno. Ho girato qua e la per il blog e finora non ho trovato un singolo punto con cui non sia d'accordo. Ma che vuoi...noi non sentiamo la "magia"...sara' perche' siamo troppo impegnati a scartare il vomito sul marciapiede...


Freddy ha detto...

Pipizz ed Emila, per favore lasciate la vostra email come commento (che non pubblichero') oppure la URL del vostro sito/blog, cosi' che vi possa mettere in contatto appena possibile.

Grazie.


Antonio ha detto...

Ciao gente oggi un mio collega di lavoro m iha segnalato il sito e l'ho ospitato su uno dei miei blog (cacchio diventa un lavoro quasi ehehehe) mi sono solo ora reso conto del macello che ci sta girando intorno e mi spiace. Personalmente condivido molti dei punti di vista segnalati, anche io vivo a Dublino e quanto meno è interessante leggere un punto di vista differente, che non vuol dire debba essere giusto al 100%.

Saluti


Riccardo ha detto...

mah che dire... anche io sono venuto a conoscenza di questo blog tramite italians, e siccome vivo e lavoro a Cork ero piuttosto interessato... beh, sotto tanti punti di vista sono d'accordo con gli autori del blog, anche perchè devo dire che a mio avviso Dublino è proprio bruttarella (eh eh eh che ci volete fare sono corkoniano!) e eccessivamente sporca.


utopie ha detto...

come ho detto in precedenti post, io non condiviso molte delle cose che si scrivono su questo blog, ma certe critiche esterne mi appaiono eccessive e pretestuose e sono contento che questo spazio di informazione e riflessione esista e ne controbilanci altri (come forse il mio blog) troppo mielosi e indulgenti con dublino e l'irlanda. E poi uno è libero di sputare nel piatto in cui mangia: il piatto e' suo e ci fa quello che vuole, mica sputa nel mio...

p.s. l'offerta di scambio link è sempre valida... ;-)


Marylu ha detto...

AAAAAAAAAH ragazzi, quanta pazienza.
Dopo un anno di Dublino e di tutte le menate he ho dovuto sopportare e di quanto mi sia fatta infinocchiare da chi Dublino la descrive come una città MERAVIGLIOSA...ecco, non vedo l'ora di levare le ancore. E di vivere in un altro posto che sicuramente non sarà il Paradiso ma in cui almeno non devo fare lo slalom tra vomito, piscio e bottiglie rotte. O in un posto in cui non vige il rutto libero e la scoreggia selvaggia in pubblico.
Anch'io lavoro, anch'io pago le tasse, resto qui per un solo motivo personale ma penso davvero di avere tutte le ragioni per potermi lagnare.

Se qualcuno sente la magia quando passeggia per Temple Bar in mezzo a gente che si pesta, risse da pub e immondizia lasciata ovunque cazzi suoi, io personalmente la magia l'ho trovata passeggiando sulla Varian Fry Str. proprio a Berlino quando ci vivevo.

Sai Freddy, la spiacevole sensazione che danno i commenti acidi lasciati nel tuo blog è quella che chi ti dà contro siano le persone tanto vissute e illuminate che hanno fatto il salto dall'Italia a qui, paragonando uno stato succhiasangue e stipendi di merda a quello che almeno sotto questo punto di vista è un Paese AVANZATO.
Mah. Ti lascio anch'io la mail, per info su Berlino sono a disposizione.


Freddy ha detto...

Ho sempre trovato la germania un posto interessante e con una cura per la casa paragonabile a quella che abbiamo noi italiani, purtroppo le mie frasi sono limitate a

Mein namen ist...
Ich bin ein IT profi
Ich habe einen größe schwanstuck (poco utile in ufficio:) )

e poco altro.

La piu' grossa difficolta' che ho con il tedesco sono gli accenti, infatti pronuncio decentemente ma parlo con gli accenti "spostati in avanti".

Comunque il mio piano a medio termine sta prendendo forma, altri 2-3 anni e poi me ne posso andare senza rimpianti.