martedì 5 febbraio 2008 Posted by Freddy at 10:36

Il Titanic affonda, l'orchestra suona

Continua la crisi del mercato immobiliare, con i prezzi delle case che continuano lentamente ma inesorabilmente a scendere, a causa della gente che non compra e aspetta di vedere scendere i prezzi che scendono per via della gente che non compra e aspetta. :) In pratica si e' innescata una spirale, o un circolo vizioso se preferite.

Giustamente nessuno vuole indebitarsi per 40 anni per poi vedere la propria catapecchia con parquet in finto legno deprezzarsi gia' mentre la si sta pagando (perche' se ti indebiti con la banca per 600k restituisci alla banca 600k anche quando il valore della catapecchia dovesse scendere a 500k), quindi chi ancora non ha comprato casa sta alla finestra ad aspettare di vedere come girera' il vento.

Di fatto questo significa che non c'e' piu' nessuno che sostiene l'economia in maniera significativa, almeno questo e' quello che traspare dai giornali e dai dibattiti in televisione, e il risultato piu' tangibile e' che la liquidita' in eccesso a disposizione dello Stato, anche grazie a investimenti dubbi, e' passata in un anno da 1.69 miliardi di euro a 630 milioni di euro. Il "bollo" incassato dallo Stato sulla vendita delle case in un anno si e' quasi dimezzato e anche quanto incassato grazie alle tasse sul capital gain ha subito una flessione (probabilmente segno che si investe/risparmia di meno).

Adesso ovviamente inizia il circo delle responsabilita' per cui sono iniziate a volare accuse di incompetenza tra le varie forze politiche e ci si e' "improvvisamente" resi conto che gli investimenti in strutture dalla dubbia utilita' (a me viene in mente ad esempio lo stadio nuovo) porteranno il bilancio dello stato a -5 miliardi di euro in pochi anni.

Se ne sono accorti adesso, pensarci prima come al solito era fuori discussione...

0 comments: