lunedì 17 novembre 2008 Posted by RealityShow at 13:08

Obama si, Obama no...

Da ben prima delle elezioni presidenziali negli USA, alcuni sondaggi e opinioni raccolti in Irlanda hanno fatto vedere come Obama qui fosse il netto favorito dell'opinione pubblica.
L'uomo nuovo, una svolta dopo Bush, il ribelle, ha origini irlandesi, eccetera...

http://www.rte.ie/news/2007/0315/obamab.html
http://www.bilerico.com/2008/11/ireland_hearts_obama.php

Adesso pero' Mr. Obama si trova a fronteggiare gli enormi debiti e la crisi finanziaria del suo Paese, e uno dei provvedimenti che la sua amministrazione sembra essere indirizzata a fare e' la massiccia riduzione dei benefici fiscali delle aziende americane che hanno sedi al di fuori degli Stati Uniti, e costringerle a pagare le tasse in toto o quasi al fisco americano.
Per chi ancora non lo sapesse una proporzione enorme del gettito fiscale del governo irlandese deriva dagli introiti che le aziende americane fanno figurare nelle loro sedi in irlanda, aggirando cosi' il sistema fiscale americano.
Immaginate cosa succederebbe se ci fosse effettivamente un giro di vite sulle politiche fiscali offshore da parte degli USA, non aggiungo altro... qualcuno pero' inizia a porsi alcune domande...

http://www.businessworld.ie/livenews.htm?a=2345180;s=rollingnews.htm

Penso anche che se l'Irlanda dovesse esser magicamente risparmiata da queste iniziative, qualcuno negli altri Paesi del mondo potrebbe anche cominciare a incazzarsi parecchio.

Forse tra non molto Obama qui non sara' piu' cosi' popolare?

12 comments:

Antonio ha detto...

molto interessante l'articolo e comunque la pacchia non può mica durare in eterno dico io no?


bacco1977 ha detto...

mmmm
articolo non di poco conto....
bel post


andima ha detto...

obama dovra' fare i conti con tanti conflitti d'interessi prima di poter attuare le sue politiche, in campagna elettorale e' facile sognare, vedremo un po' da gennaio cosa fara'.. se davvero realizza questi temi, per l'irlanda la situazione non si prospetta semplice, ma che tutto era una bolla di sapone su pilastri tanto fragili quanto velocemente eretti, questo si sapeva. a contorno pero' non ci sono solo loro due, ma tutt'europa in crisi, le previsioni non sono mica facili a questo punto e per quanto possa essere rivoluzionario, obama dovra' sempre fare i conti con la realta'. onestamente non saprei quale delle tue scelte sia la migliore.. :S


Freddy ha detto...

Qui non siamo in india: ormai i pecorari pretendono stipendi piu' alti della loro controparte US, qui non si parla di aprire un call centre per risparmiare sul costo di un servizio pagando la gente una ciotola di riso. Un'azienda che viene qua lo fa solo per pagare meno tasse.

In un clima del genere delle politiche protezionistiche che mirano a riportare i soldi delle tasse in patria e a dare lavoro ai disoccupati americani secondo me incontrerebbero il consenso popolare.

Le lobby alla fine se ne possono andare affanculo, vedi cos'e' successo con i conti bancari svizzeri intestati ad americani e aziende americane.

Non me la sento di escludere un giro di vite nei confronti dei furbi e il governo potrebbe sempre dire aprilo qua in ammerega il call centre che ti faccio pagare meno tasse.

Basta farsi un giro su youtube per vedere quanto i vari clienti ne hanno le palle piene dei vari Ganesh, Chandra, Shilpa e Ranghanath.


bacco1977 ha detto...

srinivas parthu e sheena
:)
"Il tuo blog non mi fa vivere sereno"


Anonimo ha detto...

Oddio...oggi qualcuno mi ha telefonato da un call centre indiano (di sicuro era indiana l'operatrice). Già ho avuto una giornata lunga e snervante...l'operatrice Shilpa o come cazzo si chiama mi chiamava per avvisarmi di aver vinto una crociera ma siccome parlava e masticava qualcosa allo stesso tempo, siccome ero stanca e "fastidiosa" proprio non ce l'ho fatta a reggere la conversazione (tra l'altro, capire cosa diceva richiedeva uno sforzo mentale non indifferente). Se ho davvero vinto qualcosa mi sa che daranno il premio a qualcun altro più paziente...


Anonimo ha detto...

Freddy, per cortesia hai modo di cancellare i miei commenti o almeno l'indirizzo mail "una bassanese@" etc etc?

Ti prego...qualcuno (che tra l'altro mi conosce e sa perfettamente come rintracciarmi) mi ha googlato e fatto un paio di osservazioni poco piacevoli. Puoi rimuoverli? scusa per la richiesta ma non te la farei se la situazione non lo richiedesse.

Posso spiegarti con una mail in privato (se mi dici come contattarti), scusa ma non me lo sento di raccontarti tutto nel forum. Grazie.


Freddy ha detto...

Ciao, il tuo indirizzo email compare solo in un post, quello da cui riprendevo un tuo intervento sul corriere della sera (http://www.barbaropoli.com/2008/02/da-italians-su-dublino.html).

Per il resto i tuoi altri commenti non anonimi contengono il link al tuo profilo.

Se mi fai una lista li posso cancellare, l'indirizzo email lo trovi guardando il mio profilo.


Anonimo ha detto...

Freddy grazie e scusami: mi sono allarmata tanto senza controllare. In effetti non c'è poi molto, solo che mi è venuto un coccolone quando mi è stato fatto notare.

Sarà che a forza di condividere tutte le tue opinioni sulla verde Repubblica mi sento la coda di paglia ;-)

Il problema è quando hai a che fare con un irlandese duro e puro che come persona ti piace e devi in qualche modo spiegargli com'è che Dublino ti fa schifo, com'è che i dublinesi non ti sembrano ne' accoglienti ne' cordiali...
...grazie al cazzo che il suo punto di vista non è uguale al mio ma che fatica mettere le cose nella prospettiva di chi guarda da fuori.


Anonimo ha detto...

Provato a risponderti e a ringraziarti ma mi è sparito il commento...boh??? riprovo: scusa per il tono di allarme, ho ricontrollato e in effetti non c'è molto. E quello che c'è è un'opinione che di certo non cambia.

Il problema è quando hai a che fare con un irlandese duro e puro a cui tenti di spiegare perché Dublino ti fa schifo e com'è che i dublinesi non ti sembrano ne' cordiali ne' accoglienti...lui è una bella persona ma la discussione sul fatto che detesti la capitale della verde repubblica mi ha fatto uscire un po' come una stronza, nonostante lui si sia sprofondato in scuse e rassicurazioni che nooo non siamo mica tutti così...sarà?


Freddy ha detto...

Ma "tutti cosi'" come?

Esci per strada e ti dicono brutta immigrante di merda tornatene a casa.

Tutto intorno a te c'e' gente che non la la minima idea di cosa significhi igiene e che piscia per strada come se fosse la cosa piu' naturale del mondo e quella che si scusa e si prostra sei tu?

Ma sceglierteli meglio i partner no? :)


Anonimo ha detto...

Freddy non scherzare che mi viene la pelle d'oca...partner è una parola grossa!!!

So bene perché ho abbandonato i verdi pascoli (e adesso per ironia della sorte mi sa che mi tocca rientrare per un altro TOT).

L'igiene e il piscio per strada e tutto il resto mica l'ho dimenticato, anzi...solo che purtroppo c'è qualcuno di mezzo e faccio buon viso a cattivo gioco fino a prova contraria (vediamo se si evolve e come).
E a proposito della vecchia discussionme sulle casedimerda che accomunano le isole britanniche, ho una parziale smentita da fare: adesso sono in Scozia e sincerissimamente ti assicuro che gli appartamenti non sono nemmeno paragonabili. Rifiniti meglio, bagni finestrati e senza moquette, cucine che sembrano cucine etc etc). Oddio, anche qui la casa per i parametri italiani non è come dovrebbe essere, ma l'abominio e lo scempio irlandese non l'ho ancora visto...
All'idea di tornare sicuro non salto di gioia credimi.