venerdì 1 gennaio 2010 Posted by Freddy at 20:34

Il bidet c'e' sempre stato e non lo sapevamo.

No, non e' un post che tenta di dimostrare che le popolazioni che fanno uso del bidet sono [inserire aggettivo a piacere]. Il post e' originato dal caso, niente altro.

Un mio amico stava cercando casa a Dublino e si lamentava del fatto che anche in alcuni new development si ostinano a usare i rubinetti separati per il lavandino del bagno anziche' il miscelatore.

Per chi non avesse dimestichezza con i bagni di derivazione britannica, si parla di opere d'arte tipo questa:



Per un motivo o per un altro trovo questo post di un expat Americano in UK che si lamenta del fatto che, per combattere la diffusione di un virus, la popolazione viene invitata a lavarsi le mani con molta acqua calda e molto sapone, ma di come la presenza del doppio rubinetto nei bagni vanifichi ogni sforzo.

Dai commenti viene fuori che in casa basta mettere il tappo al lavandino, aprire i due rubinetti e riempirlo di acqua tiepida a piacere. Fuori di casa, dove il tappo manca sistematicamente e quando c'e' comunque non si puo' essere certi delle condizioni igieniche del lavandino stesso, ci si deve ustionare o provare a fare dei giochi di prestigio.

Sembrerebbe infatti che spostando le mani da un rubinetto all'altro ad una frequenza di 18.5Khz, l'acqua ci appaia tiepida. :-/

Tralasciando i commenti cinofallici dell'inglese di turno, per la serie "abbiamo sempre fatto cosi', se non ti sta bene vattene", uno dei commentatori cerca di spiegare il perche' dei due rubinetti e il perche' in cucina il rubinetto porta comunque due flussi separati d'acqua:

The Victorians built a water and sewage system which was the envy of the world – at least it was when it was built – it’s showing its age a bit now :-(.

Water in British houses first goes into a tank in the loft – from which it then goes to the rest of the house. I believe that this is for two reasons (but await correction). Firstly, it reduces the pressure – so the pipes in the house don’t need to be so strong, and second, it prevents water siphoning from the house back into the mains were the main water supply in the event of a loss of mains pressure.

Because of the possibility of contamination of the water in the loft tank (and the fact that it could sit there for days), drinking water from the kitchen tap comes straight from the mains – however again order to avoid the siphoning back, the taps are designed not to mix hot and cold within the body of the tap itself.

I’ve got a mixer tap in my bathroom, but it is perhaps only something you realise you miss once you have experienced it.

I piu' attenti si staranno chiedendo perche' parlo di lavandini e rubinetti se il titolo del post parla di bidet.
Il punto e' che mi e' capitato di raccontate quanto sopra a un amico che ora vive felicemente in Svizzera.

Il mio amico, prima mi fa notare che per molti landlord mettere un miscelatore in bagno significa peggiorare l'appartamento, poi si ricorda di una conversazione avuta con un inglese, sul solito tema: il bidet (la mancanza di). Il solito "bla bla bla, non c'e', e' utile...".

Alla domanda "mica puoi entrare nella doccia ogni volta che vai in bagno no?", segui' la tragica risposta:

"Ti chiedi perche' ci sono i doppi rubinetti e non ti sei mai chiesto perche' i lavandini nei bagni sono sempre cosi' bassi?"

Quindi il bidet nelle case inglesi e irlandesi in realta' c'e' sempre stato, solo che non volevamo vederlo.

Anche perche' vederlo significherebbe rendersi conto che dove voi vi siete appena lavati la faccia, il vostro coinquilino di cultura britannica potenzialmente ci si e' appena sciacquato le palle.

Si', lo so, potevo usare un'espressione meno colorita, ma non avrebbe avuto lo stesso impatto.

Buon anno neh...

46 comments:

the gypsy ha detto...

Sono alta 1.55 per cui per quanto mi riguarda continuo a non avere bidet a casa.
Ti ringrazio cmq della segnalazione, adesso almeno so che dopo che ci e' entrato il mio coinquilino magari una risciacquata in piu' al lavandino gliela do'! ;)


bacco1977 ha detto...

Freddy.
Io e te superiamo il metro e novanta.
Vado di corsa a sciaquarmi le palle.
Quest'oggi hai cambiato la mia vita (e quella dei miei coinquilini ovviamente).

P.S. Questo post e' l'essenza di barbaropoli.


Freddy ha detto...

E' anche un comodo urinale: vuoi mettere la comodita'? :)


bacco1977 ha detto...

Mi pare vi fosse un post di utopie che parla di un tipo francese che amava pisciare nel lavello.......


Lyndon ha detto...

Questo e' un grande post.

Concordo con Bacco, questo e' veramente barbaropoli-core.

Vogliamo parlare delle donne durate in periodo mestruale?


Freddy ha detto...

Quali? Quelle che sanguinano sopra il duvet o quelle che sanguinano direttamente sul materasso?


the gypsy ha detto...

Il resto del mondo ci prende per i fondelli per il bidet, dicono che lo usiamo perche' vogliamo risparmiare sulla carta igienica o (in alternativa) perche' non siamo in grado di usarla!

Cmq una volta mi e' capitato di entrare in un bagno in Sardegna e nel bidet c'erano le olive a macerare nella salamoia, segno evidente che la funzione dell'oggetto non era ben chiara neanche li! Barbaropoli anywhere???


Freddy ha detto...

Pensa che parte della gioventu britannica tiene delle simpatice statistiche sull'uso delle mutande: chi non se le cambia per piu' giorni di seguito vince...

Probabilmente piu' skidmarks ci sono piu' punti si fanno.


the gypsy ha detto...

Forse non c'entra col discorso, ma gia' che stiamo parlando di schifezze il mio coinquilino ha gia' usato due miei diversi spazzolini da denti. E queste sono solo le volte in cui mi sono accorta, chissa' quante altre volte e' successo.... Mi vien da piangere!!! Esistono quelli usa e getta? Mi devo ricordare di nasconderlo in camera ogni volta??? Help!


Freddy ha detto...

Che culo, cosi' adesso sei anche a rischio AIDS, epatite C e simili...

Ricordatene quando c'e' il lavandino intasato e ti serve qualcosa (tipo uno spazzolino non tuo a caso) per sturarlo.


the gypsy ha detto...

Grazie mille! Sapevo mi avresti dato un buon consiglio!


Alfredo_s@x ha detto...

Bel post! Allegro ed interessante ed anche i commenti.

Mamma mia ragazzi, confesso ho letto i vostri commenti dopo cena e mi viene da vomitare. Mestruo e piscio nel lavandino, spazzolino stuprato dal coinquilino. Mi dispiace tanto. Io picchierei degli animali cosi, ve lo dico sinceramente. A parte i primi due mesi tra ostello e camere fittate da Celtic Halls ho sempre avuto il bagno privato, per questi motivi. Sono estremamente pulito, alcuni dicono "peggio di una femmina" e lavelli e lavandini sporchi mi danno la nausea!

Gypsy se io fossi in te porterei sempre lo spazzolino in camera. Dio mio mi sento male!! Lascia una nota nel bagno per ricordartelo, se si offende digli di stare attento alla prossima volta.

Un altro consiglio, non mangiare piu' olive se non sei sicura del posto dove son state messe a maturare...


bacco1977 ha detto...

Tornando in tema, spezzo una lancia a favore degli Irish.
Tutte le mie case hanno sempre avuto il miscelatore.

Verissimo pero' il fatto che si raccoglie prima tutto in una tanica per poi distribuirla al resto della casa.....
Sistema moderno...200 anni fa.


Freddy ha detto...

Quello lo si fa anche per prevenire il caso in cui l'acqua dell'acqauedotto dovesse venire a mancare, ma la pressione in casa e' pari a zero e ti serve la pompa.

Come al sud italia se ci pensi, dove hai le cisterne condominiali.

Ma almeno al sud italia non hai il boiler con un design degli anni '40 con ennemila tubi di rame a vista quando ne basterebbero 4 piazzati bene che ti occupa TUTTO lo stanzino.

Design nel senso di PROGETTO, non nel senso di estetica, come qualche cretino di quelli che iunsultavano aveva creduto di capire.


bacco1977 ha detto...

i tubi del mio stanzino son tutto un programma.......


ER ha detto...

Grazie Freddy

per avermi dato la conferma che il lavandino e il bidet sono un unica cosa...
qualche anno fa' alcune amiche italiane posero tale dilemma a delle ragazze irish che con estrema tranquillita' ammisero di purificare le loro parti intime durante il ciclo mestruale esattamente nel lavabo....
non volevo crederci...

che stupida non aver mai utilizzato a pieno cotanto oggetto multifunzionale !!

ER


the gypsy ha detto...

Va' bene a questo punto vi racconto l'happy ending.

Ieri sera esco e mi arriva un msg del mio coinquilino: ti ho comprato uno spazzolino nuovo, te l'ho lasciato sul letto.
Dico: grazie, nn c'era bisogno (ne ho comprato due oggi), ma... l'hai visto bene? Pensi di poterlo riconoscere??? (e' daltonico il tipo).
Mi dice: ti giuro che nn te lo uso piu'.
Perdonato! ho il cuore tenero :)


Alfredo_s@x ha detto...

Io continuo ad avere rigurgiti di vomito bleah!
Il bidet quindi e' sempre esistito, ma io ho una domanda. E come ci si lavano il di dietro stando in piedi? Il classico bidet e' ancora, secondo me, piu' igienico ragazzi. Riguardo al miscelatore devo dire anche io l'ho abuto sempre negli ultimi due anni. Purtroppo dovete capire che una parte degli appartamenti in citta' sono vecchi e son stati utilizzati come miniera d'oro, fittati a persone in sharing per far soldi. Con o senza miscelatore, con o senza finestre in camera, muffa o meno venivano sempre affittati, anche aumentando di anno in anno il canone quindi i landlords non hanno avuto bisogno di fare lavori di ammodernamento. Non era possibile lamentarsi quando c'era una fila di 20 persone per affittare una camera. Ricordate com'era qui 2 anni fa? Io son venuto a gennaio 2006, poco prima del picco del boom. 2006 e 2007 son stati anni terribili, fino agli inizi del 2008


bacco1977 ha detto...

Il problema, a questo punto, assume caratteristiche puramente "tecniche".

La domanda e':

1-come l'umo si sciaqua i maroni?
2- come la donna purifica il suo gioiello che domina il mondo?
3- come, entrambi, si lavano le chiappe?

Posso provare a rispondere alla 1.
Se si e' mediamente alti, il soggetto britannico (ma anche francofono) avvicina la sua persona al lavello, alza la gamba destra poggiando il piede sul cesso che di solito e' adiacente, causando un movimento oscillatorio a pendolo dei maroni. Cio' faciliterebbe l'insaponatura ed il risciaquo. Se non si ha il miscelatore, va' fatta attenzione a riempire il lavello, col tappo, d'acqua tiepida, giocando coi due rubinetti. Non e' salutare scottarsi gli zebbedei. Hanno una sensibilita' diversa rispetto alle mani.

Per la 2 invito Gipsy o ER a fornire delucidazioni e dettagli tecnici

PEr la 3, non riesco ancora a rispondere...


Alfredo_s@x ha detto...

Bacco magari con una spugna??


Freddy ha detto...

Ma quale spugna.

Opzione (A)
- Apri l'acqua (se hai il miscelatore)
- poggi il culo nel lavandino dando le spalle al rubinetto e lasciando gli zebedei a penzoloni nel vuoto
- Ti passi una mano inumidita nel buttcrack grugnendo rumorosamente

Opzione B
Esci col culo sporco, tanto mica siamo in francia qua...

Opzione C
Cagi esclusivamente alla mattina e prima di farti la doccia (per chi se la fa chiaramente)


Alfredo_s@x ha detto...

Utilizzare le salviettine Johnson?


Freddy ha detto...

Mettersi a cavalcuoni sulla tazza del cesso? :)


the gypsy ha detto...

Seduti sul cesso e bottiglietta d'acqua?


Freddy ha detto...

Ma no, nel cesso l'acqua c'e' gia'.

Poi quando hai finito tiri lo scarico. :)


Alfredo_s@x ha detto...

Ho trovato la solizione ragazzi. Acquistare una bacinella che entri esattamente nella tazza del bagno, non molto profonda, riempirla d'acqua calda e sciacquarsi. E' la stessa cosa, manca solo il getto d'acqua del rubinetto.


TopGun [Ace In The Storm] ha detto...

buahahahaha il punto due del "tricalogo" di bacco mi ha fatto cadere dalla sesia LOL


bacco1977 ha detto...

cristo santo...


Anonimo ha detto...

Una curiosita' Freddy...Il tuo amico che ora vive felicemente in Svizzera, e' felice pure di
- Non potersi fare la doccia dopo le 22
- Non poter tirare lo scarico del water dopo le 22 (con le conseguenze che potete immaginare)
- Dover sottostare alle regole della lavanderia condiminiale


Freddy ha detto...

Si, evidentemente preferisce cosi' piuttosto che avere un branco di ubriachi sotto casa che urla fino alle 5 del mattino.


bacco1977 ha detto...

credo sia una questione di compromesso personale.
Cosa ti va di piu'?

Un mio amico defini' la svizzera "una prigione a cielo aperto". Ed ora vive felicemente a glasgow.

Io credo che certe scelte siano personali.
Chi decide di vivere nel mondo anglosassone fara' i suoi compromessi.
Chi nel mondo germanico/svizzero ne fara' altri.
Chi nelle nazioni mediterranee altri ancora.
Chi in quelle francofone sempre compromessi.

Se avete la ricetta della felcita' postatemela qui, grazie.


Alfredo_s@x ha detto...

Bacco fare quello che vuoi senza mai pentirti, e se capita di sbagliare, c'e' sempre tempo per prendere la scelta giusta al prossimo bivio. Piangere sul latte versato e' solo tempo perso.
La vita e' una palla, giochiamoci


Anonimo ha detto...

Una curiosita'...Per caso avete mai assistito a scene di pianti di persone che, a causa della crisi o altro, hanno dovuto lasciare l'Irlanda per tornare in Italia, magare nel grigiore di Milano e dintorni?


Freddy ha detto...

Solo nella fantasia degli anonimi commentatori del blog.


godel ha detto...

sono l'amico che vive felicemente in svizzera e devo sfatare un mito: quello degli orari per tirare lo sciacquone e fare la doccia. E' vero solo per alcune edifici messi su in fretta e furia durante gli anni '70. In quelle case, la notte, si sente distintamente se qualcuno tira lo sciacquone. In quei casi, c'e' un regolamento che vieta di usarlo dopo le 22. Trovo la cosa piu' una forma di educazione, che altro. Mi fa comunque orrore!!!!


Alfredo_s@x ha detto...

In caso di attacco di diarrea a "ventaglio", espressione presa in prestito da un amico, cosa si fa?


Freddy ha detto...

Ti infili sotto la doccia e ti lavi il culo?

Che mi pare piu' sensato che cercare di sciacquarselo nel lavandino.

Anche perche'
merda + occhi/bocca = infezioni.


TopGun [Ace In The Storm] ha detto...

la diarrea è scustumata...si sa.


TopGun [Ace In The Storm] ha detto...

e la doccia non fa più casino dello sciacquone?


Freddy ha detto...

Con il vicino di casa (italiano) che sbatte la porta alle 3 di notte, la doccia me la posso permettere senza problemi.


Alfredo_s@x ha detto...

E come tiri lo sciacquone in questi famosi vecchi appartamenti svizzeri dopo una dierrea a grappolo?


Freddy ha detto...

Ci versi rice crispies e chiuma da barba, poi chiudi il coperchio. :)


Alfredo_s@x ha detto...

Mi sento male.... corro in bagno!


TopGun [Ace In The Storm] ha detto...

si ma poi, come si fa ad indiduare il colpevole che si è macchiato di una tirata di discarico oltre l'orario consentito?

ci sono dei sensori applicati al galleggiante?
un omino in una sala di controllo che tiene sott'occhio tutti gli sciacquoni???


Freddy ha detto...

In svuitzera hanno i body scanner sulla tazza del cesso... :)

Loro sanno tutto, loro...


Anonimo ha detto...

Io ho rimediato nello stesso giorno in cui ho preso la terraced in affitto.
Mi sono portato dietro dall'Italia un bel miscelatore mono-comando comperato con 25 euro (qui costano l'ira di dio) e l'ho installato al posto del rubinetto di sinistra (io sono destro) mentre quello di destra provvisoriamente l'ho girato verso l'interno. Non l'ho tolto perché ho dimenticato di acquistare l'apposito tappo per il buco (qui non sanno nemmeno cosa sia) che prenderò nel prossimo rientro in Italia.
Naturalmente conservo i due rubinetti, di modo che, quando lascerò l'abitazione verranno rimontati al loro posto.

Purtroppo i bagni inglesi sono dei veri e propri luoghi di penitenza se non, in alcuni casi, anche luoghi di supplizio!
Una semplice operazione, come lavarsi le mani, potrebbe risultare molto pericolosa con il rischio di serie ustioni, soprattutto per i bambini. Di riempire il lavabo con acqua tiepida non se ne parla nemmeno, è una cosa vietata a casa mia! Roba da zozzoni! Ogni tanto immagino un qualcuno che si lava i denti riempiendo il lavandino e mi viene da vomitare immediatamente.