martedì 3 aprile 2007 Posted by Freddy at 09:52

Consumer's statutory rights

In tutti questi mesi mi sono sempre dimenticato di parlare di quello che e' forse la cosa migliore che ho trovato in Irlanda: i diritti del consumatore.

Se compro un set di piatti e una volta arrivato a casa ne trovo due rotti, se compro un capo di vestiario e lo trovo difettato, se cambio idea e voglio riportare la merce indietro, in generale lo posso fare senza nessun problema e senza che il negoziante faccia storie.

Benche' la normativa di base sia scarna (qui un vademecum senza legalese), viene spesso integrata dai vari negozi in vari modi.

Ad esempio una catena come Marks&Spencer, se non ricordo male, ti permette di riportare indietro un capo di vestiario (purche' sia risigillabile e rivendibile) fino a 90 giorni dopo l'acquisto.

Poi e' possibile a scelta:
  1. Riavere i soldi
  2. Cambiare la merce con qualcos'altro
  3. Avere un buono
Non avete piu' lo scontrino? Nessun problema, le opzioni due e tre rimangono valide.

Una bella differenza rispetto all'italia dove appena metti piede fuori dal negozio sono tutti cazzi tuoi.

2 comments:

Anonimo ha detto...

Vediamo se riescoa postare...

Commento OT:
Dato che vorrei venire a vivere in Irlanda , ci sono anche li' politici pregiudicati e condannati che restano sulla loro bella poltrona?

grazie.


Freddy ha detto...

Di gente che prende le mazzatte ne trovi anche qua, solo che si fanno corrompere con meno soldi.

Di norma se uno viene condannato, politicamente e' finito.