lunedì 4 febbraio 2008 Posted by Freddy at 13:49

Da Italians su Dublino

Questa lettera di Maria Antonietta sul suo abbandono di Dublino in favore degli UK sembra riassumere alcuni dei pensieri che ho in questi giorni: Dublino e' un posto che ti da' tanto, pretende tanto ma rimane parzialmente indietro in quanto a qualita' della vita. Specialmente l'argomento "case catapecchie" mi tocca in particolar modo, visto che mi ero fatto recentemente un giro su DAFT ritrovandomi davanti alla stessa desolazione di 1 anno e mezzo fa a prezzi maggiorati.

Da noi si e' sempre detto "la qualita' si paga", beh... qui la qualita' non si paga perche' semplicemente non c'e'. Pero' si possono pagare cifre da mille e una notte per avere una casa ugualmente fatta male, solo con piu' stanze (o stanzini a seconda di dove eravati abituati a vivere prima).

Ciao Beppe,
so che questa non è la posta del cuore ma ho una richiesta da fare ai tuoi lettori, agli Italians con valigia. Si apre tra poco un'altra tappa della mia carriera da emigrante, nell'anno 2008 lascio l'Irlanda e scendo in UK. All'inizio è stata l'Europa del Nord, poi il Sud, poi ancora Nord...e a Nord resto, ho deciso. Verso i sudditi di Sua Maestà ho sempre avuto una specie di adorazione, perché non provare? Mi piacciono gli inglesi, mi piace la campagna dello Yorkshire, mi piacciono pure i baked beans on toast (per questo mia madre si è messa a piangere).

E' il momento di salutare Dublino, che mi ha dato molto e ha preteso altrettanto. Dublino del lavoro strafigo, Dublino di "con Ryanair almeno una capitale al mese", Dublino di meravigliosi Italians e di coinquilini spagnoli e brasiliani, di soddisfazioni e gratificazioni raggiunte in fretta.

Lascio senza rammarico l'altra Dublino, quella delle case catapecchie, dei prezzi stellari per qualità inesistente, Dublino di ragazzini allo stato brado e di ragazzine ubriache che vomitano a ogni angolo. Dublino in cui il "sorry about that" che mi piaceva così tanto dopo un po' ti accorgi essere un paravento che giustifica qualunque cosa, Dublino approssimativa, Dublino pugno allo stomaco che a Temple Bar ti accoglie con un odore di pipì e frittura e kebab.

Chiedo consigli e racconti di esperienze fatte a chi vive nell'isola "più giù", come ci sono arrivati e con quali difficoltà e perché hanno scelto di restare e... e. Scusa se ne approfitto, ma so che in nessun altro posto come qui posso trovare le risposte che mi piacerebbe avere. Grazie! Un saluto ancora irlandese,

Maria Antonietta

5 comments:

Marylu ha detto...

Porca miseria!!! mi trovo a commentare una MIA lettera! Maria Antonietta si è stancata di dover sempre stare in guardia e appena può leva le ancore. Dai Freddy, non è mica normale: passa che ci siano OVUNQUE (tranne che qui) aree belle e aree sfigate. Passa già meno che in qualunque area di merda una casa costi un occhio della testa. Non passa proprio invece la rabbia che mi sale quando l'agente immobiliare di turno prova a vendermi una catapecchia come se fosse Versailles. E che glielo spiego a fare che nel mio incivilissimo paese il rubinetto doppio è scomparso negli anni 70...ma che andassero a fare in culo va'.Ancora meglio, la ciliegina sulla torta, quando mi si obietta "eh, cretina, credi che UK sia meglio"...ebbene, non credo, sono sicura.Percorrendo molte strade in UK mi è sembrato di stare a Dublino (stesse case di mattoni rossi, stessi minuscoli front gardens) ma io tutta questa monnezza non l'ho vista. Sarò annebbiata io? Mah. Se anche lo fossi, purtroppo mi snebbio velocissimamente ogni volta che torno qui e devo stare all'erta per evitare svomitazzate e sputi selvaggi (lo noto solo io che qui quando la gente sputa a terra non guarda dove cazzo sputa? Il discorso che a Hong Kong sputano di più non mi tange: purtroppo vivo qui).Quest'ultima parte esula dal discorso case ma è per dire...sotto qualunque aspetto e per quanto ci provi, ovunque mi giro vedo note stonate.


antonio ha detto...

non mi pare che la qualita' abitativa inglese sia superiore
ne' che i prezzi londinesi siano diversi. Anzi.


Freddy ha detto...

Infatti.

Mi dispiace deluderti Maria Antonietta, ma gli UK e le loro colonie ed ex colonie sono gli unici paesi al mondo dove sembra di vivere di qualche decina di anni nel passato quando si parla di case e qualita' della manodopera.

Forse troverai meno vomito per strada, ma le case stai tranquilla che faranno cagare uguale uguale e la mancanza di cultura la troverai anche li', dopotutto Dublino non e' che la brutta copia di Londra, ma l'incivilta' di base l'hanno semplicemente ereditata dai loro ex conquistatori.

Per le case se vuoi una controprova, dai un occhio ai siti delle agenzie immobiliari di Gibilterra e vedrai le stesse catapecchie con lo stesso battiscopa, lo stesso parquet e gli stessi rubinetti che puoi vedere a Dublino e a Londra. E geograficamente siamo in spagna...

Segno che come smerdano le cose gli UK non le smerda nessuno.


Aky332000 ha detto...

Vero Fred, anche qui a HK le case vecchie hanno 2 rubinetti invece che 1... ma almeno i cinesi se ne sono accorti e costruiscono quelle nuove a norma...e senza pareti di cartongesso come ho visto tante volte a Dublin!


Fabio Corazza ha detto...

Marylu perche' non guardi altri paesi, come la Germania, l'Austria e la Svizzera per esempio? Qui incinvilta' e sporcizia e' quasi inesistente.

Altrimenti preparati a pagare cara una relocation che non solvera' alcuno dei tuoi problemi.