mercoledì 23 aprile 2008 Posted by Freddy at 12:25

Welcome to Knackerville

Dalla pagina della posta di Metro di oggi uno spaccato della realta' quotidiana di questo posto "magico".

(Clicca per ingrandire)

Non ho neanche voglia di tradurlo da quanto sono disgustato, ma e' uno dei motivi che mi hanno portato a definire questo posto Barbaropoli.

5 comments:

antonio ha detto...

tu hai sempre quella cosa del contratto a vita da onorare no? altrimenti ti ammazzano la famiglia se dai il notice


Freddy ha detto...

No, prima mi mettono una testa di cavallo nel letto.

Comunque e' naturale che qua ti trovi bene dopotutto a casa tua, tute da ginnastica a parte, non e' che le cose stiano diversamente...

E prima che inizia blaterare stronzate come al solito la conosco anche io la Sicilia.


bacco1977 ha detto...

Che palle che siete pero' co ste discussioni sulla sicilia.
Vi seguo da tempo ma sono intervenuto di rado sul blog.

E' inutile dirlo. E' una citta' di barbari. Io ci vivo, e lo so. Ma nonostante tutto mi piace viverci. Sara' perke' ho passato 30 anni in campania ed ora la sola idea di rientrare mi terrorizza.

Ma veniamo al fattaccio. Non so quante volte mi e' capitato di vedere scene del genere. Alcune volte fuori dai locali ho anche tentato di fare da paciere, rischiando di avere la peggio...Ma fortuna la mia stazza spesso aiuta ad incassare colpi.

Ad ogni modo, se gli Irlandesi oltre ad esser barbari son anche codardi, beh forse e' il caso che comincino ad essere meno presuntuosi....Le vacche grasse stanno per terminare...E come dice un mio amico che vive a Dublino .."Questi son contadini in giacca e cravatta"..Beh credo che tra poco torneranno ad essere solo contadini. Con tutto il rispetto, ma a ciascuno il suo.

Salutoni


grassou75 ha detto...

Ciao Freddy,

e' un po' che seguo il tuo blog, ben prima della fama che ti ha portato italians del Corriere.

E' vero che si e' liberi di scrivere quello che uno crede sul proprio blog, come di seguire o meno un blog, pero' se e' vero che ti disgusta questa notizia, io credo che a volte dovresti guardare quello che siamo e facciamo noi in Italia.

Il tuo blog non mi diverte piu' per un semplice motivo, cioe' che e' diventato solo fonte di scherno e di accanimento sugli Irlandesi. Bhe' non so te cosa fai li' in Irlanda ed e' vero che io in Irlanda ci ho passato meno di un mese ma e' pur sempre vero che in Italia e ora all'estero lavoravo/lavoro con Irlandesi e pensare di ridere o restare disgustati per queste notizie o il pattume in giro (che per inciso forse non sai cosa e' successo a Napoli negli ultimi 20 anni e chi abbiamo al governo in Italia ora) e' offensivo nei confronti dei miei colleghi/amici, che ti posso assicurare sono persone super (e se devo dirtela tutta non bevono alcool!) ed ecco che ora disgustoso a me pare il ridergli dietro.

Con questo non voglio dire che cio' che pubblichi non sia corretto dato che sono pur sempre notizie ed in ogni caso il tuo punto di vista sull'Irlanda e' di sicuro interesse, ma vorrei invitarti anche a raccontare delle persone (se hai amici irlandesi) e dei posti magnifici che ci sono fuori Dublino. Perche' l'Irlanda e' soprattutto questo! Almeno questa e' la mia esperienza personale.

Saluti
G


Freddy ha detto...

Caro Grassou,
Se leggi il blog da prima dell'esposizione su italians, dovresti sapere che qui non si parla dell'irlanda tutta ma solo di dublino.

Poi sulla situazione della capitale non c'e' niente da ridere, si piange e basta, si aper lo sporco sia per il provincialismo e l'aria di "vorrei ma non posso" che si respira.

Sono felice che tu abbia amici irlandesi astemi e in gamba. Sotto il punto di vista umano di persone in gamba ne conosco anche io, peccato che poi professionalmente parlando siano delle chiaviche (ma con laurea quadriennale e master attinente al lavoro che fanno).

Per quanto riguarda l'immondizia a napoli, e' solo la dimostrazione che non si puo' pensare di applicare la "legge del piu' furbo" all'infinito.

Ma saprai benissimo che napoli da sempre e' un caso a parte, vedi acqua non potabile e rivolte da operetta dei lavoratori socialmente(in)utili.

Realityshow e io non abbiamo la presunzione di far ridere nessuno, solo il desiderio di sfatare questo mito dell'irlanda vista da tutti come un paradiso verde panacea per tutti i mali che affliggono gli italiani.

Se il blog non ti diverte piu' (ma ripeto, lo scopo non e' quello di divertire), non posso farci niente, al massimo leggimi meno spesso. :)