lunedì 30 luglio 2007 Posted by Freddy at 22:47 3 comments

Chissa' chissa'

Stamattina, in una delle toilette del cliente, mi sono trovato di fronte a questo capolavoro...

Chissa' se ci gira anche Windows Vista(tm). :)


Clicca per ingrandire

Finalmente il buio...



Nero, denso, pesante. Non deve essere facile vivere qui in inverno.

lunedì 23 luglio 2007 Posted by Freddy at 02:29 6 comments

Diciotto ore di luce...


Clicca per ingrandire

Cosi' mi avevano detto: 18 ore di luce in estate, vedrai...

Non ho mai visto scendere la notte fin'ora: piu' che 18 sembrano 24...

Alle 23 e 30 il sole e' basso all'orizzonte e mi illumina la stanza a giorno.
All'una di notte c'e' questo chiarore che si puo' vedere in foto e alle 3 inizia ad albeggiare.

Dopo un po' ho dovuto iniziare a tirare le tende e a simulare il ciclo giorno notte usando luce artificiale per evitare di uscire di testa.

In pratica siccome non viene mai notte per il mio organismo non e' mai ora di dormire, chissa' a venirci d'inverno se non mi viene mai voglia di alzarmi visto che la situazione si capovolge...

Meno 5 alla deadline, poi si riparte.

venerdì 13 luglio 2007 Posted by Freddy at 23:36 6 comments

Grazie O2...


Clicca per ingrandire

Se non fosse stato per te la piazza sarebbe ancora lurida visto che a quanto pare da tre anni a questa parte e' la prima volta che e' stata pulita.
Mi raccomando torna presto a girare un altro spot pubblicitario, cosi' la tirano a lucido (senza troppa convinzione) di nuovo.

Spero che nello splendore dei "Diecimegapixel(tm)" lo sporco sia evidente a tutti.

Per gli amanti del "se ti fa tanto schifo vattene" posso solo rispondere:

Che non le pago le tasse? Perche' con quello che pago la mattina devo fare "zigozago", come dicono in toscana, in mezzo ai liquami?

E l'estero non era sempre e comunque meglio dell'italia? :-/

Questo e' il quartiere finanziario che insieme all'area dei Docks attualmente in riqualificazione dovrebbe rappresentare la punta di diamante della citta'.

Una rapida occhiata alla piazza, agli aloni vicino alle vetrine, al marciapiede e alla strada che non sono stati puliti e alle varie pozze secche sparse un po' ovunque mi fa' capire che il diamante bisognerebbe lucidarlo piu' spesso perche' adesso sembra un coccio di bottiglia rotto.

Una bottiglia, ovviamente, di birra...

giovedì 12 luglio 2007 Posted by Freddy at 22:53 19 comments

Italian Style

Leggendo le minchiate sui vari forum cui sono stato esposto non posso fare altro che pormi alcune domande:

- Perche' l'italiano medio pensa che all'estero sia tutto migliore rispetto all'italia?
- Perche' a qualsiasi affermazione negativa tipo "il posto tal dei tali e' sporco" corrisponde sempre la risposta idiota: "Ma non pensare che in italia sia meglio"

- Ma soprattutto perche' c'e' gente che non ha mai messo il naso fuori di casa che ha la pretesa di insegnare a me che viaggio per lavoro 9 mesi l'anno come stanno le cose all'estero?"

Tanto per fare qualche esempio:

- Dublino e' sporca, PUNTO. E' un dato di fatto.
Qualcuno se ne viene sempre fuori con un bel "Ma Napoli e' peggio".
Piacere, intanto Dublino, che molti vedono come un posto intoccabile e immacolato rimane sporca.

- Gli Irlandesi sono borderline alcolismo.

Apriti cielo, non si puo' dire, non sta bene e poi "anche in italia non e' che si sta messi meglio: in friuli ad esempio, in veneto ad esempio..."

Bene, bravi rimane il fatto che molti irlandesi sono sulla soglia dell'alcolismo e che l'alcool e' un chiodo fisso, basta guardare come vengono presi d'assalto a partire da giovedi' le rivendite di alcolici.

E poi piantatela di scandalizzarvi e rompere i coglioni: non lo dico io che la citta' e' sporca e che gli abitanti "alcool addicted" lo dice lo stesso governo Irlandese, lo stesso governo che finanzia campagbne di sensibilizzazione e che tira fuori dati allarmanti sul fenomeno del drink&drive: cioe' la gente beve E guida.

Inutile dire il contrario seduti comodi col culo su di un divano... in italia.

L'ultima domanda e' retorica: come mai quando qualcuno non si conforma e diventa una voce fuori dal coro automaticamente viene definito un idiota o viene ridicolizzato?

Che la verita' faccia male?

Perche' non me ne vado? Semplice: ricopro un ruolo di responsabilita', quindi non me ne posso andare dalla mattina alla sera anche visto l'enorme quantitativo di soldi che l'azienda ha speso in formazione e certificazioni.

Chi ha il cervello per riflettere rifletta sulle domande di cui sopra, io per adesso ho da fare qui a Reykjavik (dove a differenza di Barbaropoli c'e' un sole favoloso e fa piu' caldo).

I miei omaggi al popolino ignorante.

martedì 10 luglio 2007 Posted by Freddy at 21:41 4 comments

Episode II - Attack of the forums

A quanto pare qualcuno ha scritto lo stesso post in vari forum (Irlandando, inter-rail e zingarate) pubblicizzando questo blog come esempio ironico e ben fatto di come sia l'irlanda.

Mi sentirei di fare alcune precisazioni:

1-Non sono l'autore del post in questione
2-Questo blog descrive Dublino, non l'Irlanda tutta
3-La qualita' del blog e' soggettiva, qualcuno l'ha trovato ironico e ben fatto, qualcun'altro lo detesta.

Ad ogni modo non mi interessa che il blog piaccia o meno: io parlo di argomenti e fotografo soggetti che per una questione di buonismo/educazione nessuno vuole trattare.

Tra gli italiani che si sono trasferiti a Dublino ci sono quelli che adorano la citta' e quelli che non ci si trovano bene. A questi ultimi spesso non va giu' che ci sia qualcuno che gli ricordi cosa c'e' di quotidianamente brutto dove vivono.

Per quanto riguarda gli italiani che vivono in italia, noto che ce ne sono molti che mi definiscono pieno di pregiudizi (senza conoscere evidentemente il significato della parola, forse l'hanno sentita in TV e sono contenti di riempirsene la bocca), altri dicono che sono uno che scrive cazzate (ma ci sono le foto come prova) che Dublino e' bellissima e che le case sono bellissime per via del blend dei vari stili architettonici.

Gli italiani tutti invece, basta leggere i vari forum e molti dei commenti su questo blog, si accaniscono nel fare paragoni negativi nei confronti dell'italia per partito preso.

Alcuni addirittura lo fanno senza aver mai vissuto all'estero e nello specifico senza aver mai vissuto per piu' di un mese a Dublino.

A questi posso solo dire una cosa: parlate DOPO aver fatto esperienza, non per sentito dire.

4-Se a Dublino ci siete stati e ne siete rimasti soddisfatti sono contento per voi, ma evitare commenti tipo "ma non e' vero, e' un posto bellissimo, "Ti rosica?" e via dicendo.

I commenti verranno pubblicati, ma non me ne frega niente se a voi DA TURISTI Dublino e' piaciuta. Anche a me piaceva da turista, poi ho cambiato idea quando mi ci sono trasferito.

5-Convincervi di qualcosa non e' l'obiettivo di questo blog. Le foto ho iniziato a farle quando mi si contestava il fatto che la citta' fosse lurida e con gente ubriaca svenuta per strada nel primo pomeriggio.

6-Quello che e' una figata a 20 anni vi assicuro che non lo e' a 35 e non si puo' vivere di soli pub (e i cinema, come la maggior parte dei ristoranti, qua chiudono alle 22). Mostre e musei si possono tralasciare visto che contano zero rispetto ai pub nella testa degli irlandesi ergo e' come se non ce ne fossero.

7-"Gli articoli di giornale" non sono che l'angolo della posta di Metro Ireland, le lettere sono di gente comune e non le scrivo io.

8-Il discorso de "l'Italia non sta messa meglio"
a-Non me ne frega niente di quello che e' la situazione italiana (anche se a Milano quello che c'era mi andava piu' che bene)
b-E' falso ma e' possibile rendersene conto solo andando a vivere altrove e vivendo sulla proprio pelle tutti i vari disservizi che dando per scontato che "in italia e' peggio" all'estero neanche dovrebbero esistere.

Saluti e baci.

lunedì 2 luglio 2007 Posted by Freddy at 16:09 2 comments

"Highs and lows" AKA "pro e contro"

Dalla posta di Metro di oggi un lettore esprime dei dubbi sulla nuova moderna e aggressiva campagna per incentivare il turismo in Irlanda.

Bello spot, pero'...



"[...]Presumo che i pro fondamentali siano rappresentati dal bere otto pinte di Guinnes o dall'apprezzare alcuni dei bellissimi scenari nell'Irlanda rurale.

Ma che mi dite dei contro?
  • Svegliarsi in una pozza del proprio vomito in un Bed&Breakfast troppo costoso (dopo otto pinte di Guinness).
  • Scoprire che i trasporti pubblici esistono solo in teoria.
  • La pioggia costante.
  • Prezzi ridicoli (nel senso di ridicolmente alti ndr) per cibo mediocre.
  • I tassisti.
  • La gente di Dublino.
  • Tour in autobus scoperti in mezzo alla pioggia costante e via dicendo.
[...]"

Un bel quadretto no? A proposito dei trasporti pubblici qualche giorno fa il Commuter, treno di pendolari, e' stato definito sulle stesse pagine da un altro lettore il "Calcutta express" con buona pace degli Indiani.

Niente di nuovo sotto lo scarso sole quindi.