domenica 8 giugno 2008 Posted by Freddy at 01:32

Medical devices blamed for hospital infections

Sembra che quasi un quarto delle infezioni ospedaliere sia causata da attrezzature non propriamente sterilizzate.

Visto che Cacacazzi non ritiene Metro una fonte attendibile (si vede che non gli piacciono le notizie di agenzia) ecco un link ad una pagina del sito di RTE (per chi la preferisce c'e' anche una clip video).

E' disponibile una bozza a cura della Health Information and Quality Authority con le nuove linee guida relative a prevenzione, contenimento e controllo di infezioni/epidemie.

Come al solito si pone l'accento sull'igiene personale (lavarsi le mani) e adesso anche su quella degli strumenti e delle apparecchiature. Il riferimento alla creazione di camere pressurizzate pero' mi ricorda un po' The Andromeda Strain...

10 comments:

pallotron ha detto...

ciao,

che valenza statistica ha il dato che hai fornito?

"1/4 delle infezioni prese in ospedale sono imputabili ad attrezzature non sterilizzate o negligenza dei medici".

ma 1/4 non vuol dire niente per me, mi interesserebbe sapere 1/4 DI COSA :D

1/4 di quanti ricoveri?

Io leggevo qui. Questo mi pare nu po' piu' dettagliato eh:

Per quanto riguarda in particolare le infezioni ospedaliere è bene sottolineare che esse sono da anni costantemente sotto osservazione nel nostro Paese che ha da tempo adottato linee guida molto dettagliate per far sì che si possano ridurre al minimo i rischi di contrarre un’infezione durante le fasi del ricovero. Il numero di infezioni ospedaliere in Italia appare da anni in linea con i dati registrati negli altri Paesi europei con un’incidenza media tra il 4,5 e il 7% dei ricoveri (pari a circa 450.000/700.000 casi, con una mortalità dell’1%) a fronte del 3,6% della Germania e del 13% della Svizzera.


pallotron ha detto...

dimenticavo, sempre da quel link:

Il 30% delle infezioni ospedaliere è facilmente evitabile con l’adozione di semplici regole igieniche che vanno dal lavaggio delle mani al rispetto di norme per la cura delle ferite e la pulizia del paziente durante l’assistenza. Mentre il restante 70% delle infezioni è legato alle condizioni cliniche del paziente e alla sempre maggiore incidenza di batteri resistenti agli antibiotici. Per contrastare tali fattori sono stati messi a punto dall’Istituto Superiore di Sanità appositi strumenti di controllo dell’antibiotico-resistenza, presente soprattutto in alcuni ceppi di batteri quali il Pseudomonas aeruginosa, lo Stafilococco aureus, l’Enterobacter, lo Stenotrophomonas maltophilia e l’Acinetobacter.

addirittura il 30% delle infezioni in italia e' evitabile ed inputabile a negligenza!
piu' di un 1/4!!!! :D
in italia eh! :D
...


bacco1977 ha detto...

tutto a Sud funziona peggio.
Tranne la camorra.
Ad ogni modo.
L'Italia e' una. Il Sud fa parte dell'Italia.
Ti riporto una frase di Mazzini ai ragazzi della Giovine Italia:
"L'italia sara' quello che sara' il mezzogiorno."

E con questo auguro a tutti una buona domenica


Freddy ha detto...

Non trovo il dato che cerchi (ma vedrai che Cacacazzi si sentira' in dovere di trovarcelo), pero' vedo che a questo link su 51 ospedali esaminati ce ne sono solo SETTE in cui l'igiene viene definita "buona".

Se poi vogliamo fare paragoni tieni presente che l'italia ha 56 milioni di persone, l'irlanda poco piu' di 4 (e che la sanita' al sud solitamente funziona peggio).

Le percentuali non sono confrontabili: quante infezioni si possono evitare in irlanda lavandosi le mani?
Perche' se le attrezzature sono responsabili per il 25% delle infezioni, c'e' un altro 75% da analizzare.

Per quanto riguarda lo stafficolococco aureo (MRSA), su 100.000 abitanti l'irlanda ha una incidenza di infezioni del 14%, la media europea e' 3.8%.

Almeno a leggere quello che dice fine gael.


Freddy ha detto...

@Bacco: in fondo Mazzini aveva ragione... :)


Fabio Corazza ha detto...

La Svizzera 13%? Ma se qui c'e' un livello di pulizia e igiene maniacale? Da dove vengono quei dati che ha riportato il Ministero della Salute? Ho cercato un po' in rete ma trovavo sempre la solita frase riportata dal sito di origine.


Andrea Pini ha detto...

Freddy, fra qualche giorno Luca uscirà dal Mater Misericordiae (Mother of Mercy) Hospital, forse potresti inventarti un'intervista a caldo, per lui che è stato in prima linea? In prima linea nella lotta contro lo staffilococco aureo, intendo.

ciao


Freddy ha detto...

Non saprei: ce l'ha l'elmetto con la retina tipo platoon?

Senno' non e' drammatico abbastanza... :)


Andrea Pini ha detto...

Non mi pare,lo sono andato a trovare l'altro ieri. Dici che è spacciato?
Beh in ogni caso tu l'intervista la potresti fare lo stesso attraverso il blog, non c'è necessità che tu corra inutili rischi di infezione.

:-)


Freddy ha detto...

Spacciato? Non saprei, certo che lasciarlo da solo in mezzo allo zozzume.

Forse gli dovresti portare una capsula di cianuro, poi decide lui. :)